CCI - Controllore Centrale d'Impianto

Adegua il tuo impianto alla normativa CEI 0-16 V1 e V2 grazie al nostro CCI

Le linee guida europee del sistema di trasmissione di energia elettrica (SOGL) sanciscono l’importanza del monitoraggio e del controllo della generazione
distribuita (DER), in particolare da fonte rinnovabile (RES).

ARERA, recependone le indicazioni, affida ai DSO il compito di acquisire, ed inviare ai TSO, i dati degli impianti di produzione.

Il CEI, con le varianti V1 e V2 della norma 0-16, introduce il Controllore Centrale di Impianto (CCI).

Un sistema che, installato al Punto Di Consegna, permette ai DSO di monitorare e regolare l’impianto di produzione, rendendolo partecipe al bilanciamento della rete.

Normativa CEI

Quali sono gli impianti che sono soggetti al CCI

Tutti gli impianti di produzione aventi Pn > = 1 MWac e connessi in Media Tensione

  • Gli impianti entrati in esercizio dal 01/12/2022

  • Gli impianti entrati in esercizio fino al 30/11/2022 da adeguare entro 31/01/2024

  • Gli impianti connessi in Media tensione che partecipano ai Mercati di Dispacciamento di qualunque Pn

Contributi CCI

CONTRIBUTI ECONOMICI

Contributi forfettari per l'adeguamento

Per gli impianti esistenti l’Autorità ha previsto l’erogazione di un contributo forfettario al fine di favorire l’adeguamento alla normativa.

L’importo di tale contributo dipende dalla data di invio della Comunicazione di Avvenuto Adeguamento le cui verifiche hanno avuto esito positivo.

Ricordiamo che l’iter prevede:

  • Al termine dei lavori il Produttore invia al Distributore la Comunicazione di Avvenuto Adeguamento;
  • Il Distributore, entro due mesi, effettua verifiche da remoto o sopralluoghi a campione;
  • In caso di esito negativo il Produttore ha 2 mesi di tempo per eseguire gli interventi correttivi e comunicarlo al Distributore, che organizza nuove verifiche entro 1 mese;
  • In caso di esito positivo il Distributore eroga il bonus entro 3 mesi dalla Comunicazione di Avvenuto Adeguamento;

Domande & risposte sulla soluzione CCI di Higeco More

Abbiamo raccolto in questa sezione alcune tra le domande più frequenti che ci sono state poste durante il WEBINAR sul CCI e nei successivi incontri con i nostri clienti.

Essendo il TA da 15VA migliorativo in termini prestazionali rispetto alle versioni a 5 o 10VA, secondo noi sono ammessi. Inoltre la norma dice che si può fornire gruppi di misura con diverse caratteristiche purché l’errore finale sul dato di P e Q fornito al Distributore sia in linea con A.6 Terna, ossia <2.2% per impianti nuovi e <10% per impianti esistenti, sull’intero range di misura